Da lunedì prossimo sarà finalmente possibile registrare qualsiasi denominazione come nome di dominio .swiss. Inoltre, anche le associazioni e le fondazioni non iscritte nel registro di commercio svizzero potranno richiedere i domini .swiss. Solo i privati, purtroppo, non potranno ancora usufruire di tale possibilità.

La nuova estensione .swiss è stata lanciata lo scorso autunno, con lo scopo di rappresentare nel mondo il marchio Svizzera, universalmente noto, in modo ancora più incisivo rispetto a .ch. Finora, tuttavia, era possibile richiedere il dominio .swiss solo per i marchi e i nomi di aziende registrati, nonché per nomi di comuni o altre istituzioni pubbliche:

un’opzione che è stata ampiamente sfruttata. In totale, secondo quanto annuncia l’Ufficio federale delle comunicazioni (UFCOM), sono state presentate 9’738 domande per nomi di dominio .swiss, di cui 7’071 sono state approvate dall’UFCOM.

Adesso diventa più semplice… ma solo un po’
Dall’11 gennaio 2016 sarà anche possibile presentare richiesta per qualsiasi nome e denominazione, o quasi. Ad ogni modo, stando a quanto scrive l’UFCOM, le denominazioni devono avere «un legame con il richiedente (prodotti, slogan, ecc.)». È stata inoltre ampliata la cerchia dei possibili richiedenti. Ora possono presentare domanda non solo le persone giuridiche iscritte nel registro di commercio svizzero, ma anche associazioni e fondazioni prive di tale iscrizione. In base a quanto deciso dall’UFCOM, solo i privati restano ancora esclusi dalla possibilità di registrare domini .swiss.

L’Ufficio federale esamina tutte le domande pervenute e le pubblica una volta alla settimana sul proprio sito per 20 giorni. Se durante questo lasso di tempo non subentrano richieste concorrenti o obiezioni, l’UFCOM assegna il dominio al richiedente.

hotel.swiss, auto.swiss – permangono le eccezioni
Un’eccezione è costituita dai cosiddetti «nomi generici», ossia le denominazioni che, secondo l’UFCOM, «si riferiscono o descrivono in modo generale una categoria o una classe di beni, di servizi, di organizzazioni, di oggetti o di settori». Ciò può riferirsi, ad esempio, a nomi quali hotel.swiss, auto.swiss o watch.swiss. Essi vengono assegnati esclusivamente nel cosiddetto mandato di assegnazione dei nomi. Sul tema dei nomi generici, l’UFCOM ha raccolto alcune domande e risposte.

Se non ora, quando?
Accogliamo le richieste per i nomi di dominio .swiss a partire da subito. Per ogni dominio registrato con esito positivo, Hostpoint offre in esclusiva l’hosting DNS gratuito e numerose funzioni importanti.

Ora .swiss è disponibile per tutti (o quasi)!

Thomas Brühwiler

Thomas Brühwiler riveste la carica di Head of Communication presso Hostpoint ed è inoltre responsabile delle attività nel settore Social Media. Tom già da giovane pigiava sui tasti di un Commodore 64 trascrivendo codici Basic dai libri, pagina dopo pagina. Sovente, si trovava poi a dover constatare che in quel miscuglio di simboli c'era un errore e il programma non funzionava affatto! Nonostante ciò, oggi egli non riesce più a immaginare una vita senza computer.

0