ICANN ha introdotto nuove procedure per i domini top level generici. Si tratta della verifica e dell’aggiornamento tramite e-mail dei dati dei titolari.

Affinché Internet funzioni, nomi e indirizzi devono essere univoci in tutto il mondo. Pertanto ICANN, che viene talvolta definita anche «governo mondiale di Internet», assegna questi nomi e indirizzi direttamente alle persone e organizzazioni che ne fanno richiesta oppure in blocchi più ampi ad organizzazioni regionali che disciplinano l’ulteriore assegnazione.
Uno dei registrar svizzeri per l’assegnazione di domini e indirizzi top level in Svizzera è Hostpoint. Conformemente a ciò, anche noi dobbiamo procedere esattamente secondo le disposizioni ICANN per quanto riguarda la gestione dei TLD e degli indirizzi.

Nuova procedura per i gTLD: verifica e-mail
Un aspetto determinante per l’assegnazione dei domini è naturalmente il fatto che il titolare autorizzato sia anche davvero il titolare del sito web e che all’occorrenza risulti raggiungibile per via elettronica. Da subito vale quindi quanto segue: chi registra un dominio top level generico (gTLD), ovvero con estensione .org, .biz, .com, .net, .info, .mobi, .name, .tel o .asia, deve verificare l’indirizzo e-mail del titolare (OwnerC). Lo stesso vale anche se un gTLD esistente viene trasferito a noi o se deve essere segnalato un cambio di titolare del gTLD. In ogni caso riceverai un’e-mail di conferma con il riepilogo dei dati del titolare, con integrato un link che punta sulla pagina di conferma. Devi verificare tali dati entro due settimane, altrimenti il dominio viene bloccato o addirittura non registrato. Tuttavia questa verifica deve essere eseguita solo la prima volta. Una volta confermati tali dati puoi prenotare altri domini, senza dover eseguire l’intera procedura di verifica ogni volta.

Verificare i domini top level generici, oppure addio

Promemoria annuale
È importante che i dati del titolare siano corretti anche dopo un periodo di tempo prolungato. Perché fin troppo spesso ci si dimentica di aggiornarli, ad esempio se cambia l’interlocutore responsabile. ICANN ha quindi definito una nuova procedura anche per questi casi. Al fine di tenere aggiornati questi dati anche a lungo termine, i titolari di domini top level generici ricevono una volta l’anno un’e-mail con un elenco dei relativi domini e dei dati dei titolari attualmente archiviati con la richiesta di eventuale modifica o aggiornamento. Tuttavia, occorre rispondere solo se vi sono stati davvero dei cambiamenti.

Nuovi domini: vale sempre la pena dare un’occhiata
Da un paio di anni si sta sviluppando un vero e proprio mercato per nuovi domini con estensioni interessanti. Chi dunque non si accontenta più di un dominio .biz, .com o .org e preferirebbe un’altra estensione specifica, oggi può usufruire di innumerevoli possibilità adatte. Che ne pensi, ad esempio di, .schule, .discount, .expert, .bio o .holiday …? Uno sguardo su www.hostpoint.ch/it/domini può dare utili ispirazioni per URL unici con i quali un’azienda può posizionarsi in modo preciso!

Verificare i domini top level generici, oppure addio

Sandro Bertschinger

Sandro per un periodo relativamente lungo è rimasto dell'avviso che i computer non fossero così divertenti. Il suo apogeo fu un Amiga 500, utilizzato come “game-machine”. All'avvento di Internet e della concomitante possibilità di costruire pagine web "cool", il tema dei computer iniziò a trasferirsi al centro dei suoi interessi. Nel 2001 la sua strada si incrociò con quella di una ditta che si occupava di Internet.

0