Ci è voluto un po’ di tempo, ma a partire da questa settimana sarà possibile gestire tutti i domini registrati dell’hosting dal Pannello di Controllo di Hostpoint, grazie al nuovo, speciale, editor DNS Beta. Siamo fieri di offrire ai nostri clienti un editor DNS così efficiente.

Sarà possibile approfittare fin da subito delle seguenti funzionalità di gestione per il proprio dominio:

  • registrazione delle modifiche del DNS più frequenti con un semplice clic;
  • funzione professionale per la modifica e l’inserimento di nuovi record DNS;
  • modifiche configurabili in tempo reale o a partire da un momento preciso. Sarà possibile gestire le proprie impostazioni DNS con la massima flessibilità;
  • in caso di incertezze, è possibile esportare una modifica delle zone DNS dall’editor e richiederne la verifica da parte del nostro competente team di assistenza;
  • nel caso in cui subentrino dei problemi, la funzione cronologia integrata consente di ripristinare in ogni momento uno stato valido.

Riteniamo che le funzionalità appena descritte siano molto utili, ecco perché ci piacerebbe presentare il nostro nuovo editor DNS Beta nel dettaglio.

Che cos’è il DNS?
DNS è un acronimo che sta per “Domain Name System” e indica un importante protocollo Internet. Il sistema DNS viene utilizzato per la risoluzione dei nomi di dominio in Internet. Per semplificare, lo si può immaginare come un elenco telefonico: Noi conosciamo il nome di dominio leggibile, per esempio hostpoint.ch; per mostrarci la pagina web richiesta, il browser deve conoscere l’indirizzo IP 217.26.48.183 e questo passaggio avviene proprio grazie al sistema DNS.

Qual è l’utilità di un editor DNS?
Sarà possibile modificare le impostazioni del sistema DNS solo quando si desidera far eseguire un servizio specifico da terze parti, anziché da Hostpoint. Un’azienda potrebbe ad esempio utilizzare il proprio server di posta elettronica per l’ufficio o i servizi come GoogleDocs.

Per utilizzare il nuovo editor DNS Beta, sarà come prima cosa necessario accedere al Pannello di Controllo di Hostpoint (https://admin.hostpoint.ch) con il proprio nome utente e la password corrispondente. Selezionare quindi la voce di menu “Domini” dal riquadro di navigazione. Verrà quindi visualizzato un elenco di tutti i domini associati all’hosting. Per accede all’editor DNS, sarà sufficiente fare clic sull’azione “Modifica record DNS” in corrispondenza di uno dei propri domini sul lato destro.

Gestire i propri domini con il nuovo editor DNS Beta
shadow

Panoramica della zona DNS
L’elenco di tutti i record DNS viene visualizzato all’interno di “Record DNS”, presente al centro della pagina Panoramica. Sopra all’elenco dei record abbiamo inserito dei grossi pulsanti per le modifiche che vengono effettuate con maggiore frequenza. Facendo clic su uno di questi pulsanti, ad esempio su “Configura server di posta esterno”, viene aperta una piccola finestra dove sarà possibile registrare rapidamente tutti i dati rilevanti per l’azione selezionata. In questo modo l’utente stesso potrà effettuare le modifiche del DNS più importanti, anche senza conoscenze tecniche specifiche. Periodicamente, in base alle richieste che riceviamo, provvediamo ad ampliare l’elenco di queste azioni.

Pianificazione delle modifiche
Quando si decide di applicare una modifica su uno dei propri domini tramite il nuovo editor DNS Beta, sarà anche possibile decidere il momento in cui la nuova impostazione dovrà essere attivata. Di default, l’esecuzione delle modifiche avviene in modo immediato, l’utente ha invece la possibilità di programmarla con la scadenza desiderata. Le nuove impostazioni DNS verranno quindi applicate nel momento stabilito dall’utente stesso. Ciò comporta alcuni vantaggi, quali ad esempio la possibilità di attivare il server esterno di posta elettronica in orario notturno, quando di norma vengono inviate meno e-mail. È importante ricordare, però, che le modifiche del DNS necessitano sempre di un certo lasso di tempo prima di essere completamente attivate su Internet, a prescindere dal fatto che l’esecuzione sia immediata o pianificata.

Le modifiche vengono visualizzate come registrate ma non ancora eseguite nella pagina Panoramica, direttamente sotto all’elenco dei record DNS attivi. Sarà possibile visualizzare le modifiche ogni volta che si desidera, fino al momento pianificato per la loro applicazione. Sarà sempre possibile modificare le nuove impostazioni o decidere di eseguirle subito. Ovviamente è anche possibile eliminare le modifiche pianificate. In questo modo si disporrà del pieno controllo sulla propria zona DNS!

Modifica della zona
Per applicare modifiche del DNS più complesse, sarà possibile fare clic su “Modifica zona” sotto all’elenco dei record DNS. Sarà possibile inserire nuovi record DNS, eliminare o modificare i record esistenti. Ricordiamo che l’uso della modalità “Modifica zona” è consigliato solo ai clienti esperti, ecco perché abbiamo inserito un’ulteriore misura di sicurezza: Nel caso in cui si decida di modificare o eliminare un record DNS importante per l’hosting, viene visualizzato un messaggio di avviso in giallo. Con questo tipo di record è importante sapere quali modifiche applicare e perché.

Verifica delle modifiche eseguita dal team di assistenza
Nel caso in cui rimangano dei dubbi relativamente alla correttezza delle modifiche registrate, sarà possibile rivolgersi al nostro competente team di assistenza per richiedere la verifica delle nuove impostazioni DNS. Per usufruire di questo servizio gratuito, è sufficiente apporre un segno di spunta sull’opzione “Desidero far verificare queste modifiche dal team di assistenza”. Verrà visualizzato un modulo dei contatti nel quale inserire la propria domanda. Un collaboratore del nostro team di assistenza provvederà a controllare le modifiche del DNS apportate e, ove necessario, interverrà con le dovute correzioni ai record DNS o contatterà l’utente per chiarimenti in merito. Nel caso in cui le modifiche siano state registrate correttamente, il collaboratore può provvedere alla loro esecuzione secondo la scadenza pianificata.

Backup integrato con l’opzione “Modifiche registrate/Cronologia”
Se per qualche motivo una delle modifiche eseguite dall’utente dovesse creare problemi, sarà possibile ripristinare una versione precedente e funzionante della propria zona DNS, dalla sezione “Modifiche registrate/Cronologia”, in fondo alla pagina Panoramica. Anche in questo caso sarà possibile decidere se il ripristino della versione precedente delle impostazioni DNS debba essere eseguito subito o in un momento definito dall’utente stesso. Si tratta di una funzione particolarmente utile anche nel caso in cui si debba applicare una modifica temporanea del DNS, per poi ritornare alle impostazioni predefinite. Per rintracciare con maggiore facilità le modifiche del DNS registrate, consigliamo di assegnare a ciascuna di esse una propria denominazione. Questa etichetta verrà visualizzata come titolo all’interno della Cronologia, così da poter identificare a colpo d’occhio le modifiche applicate alla propria ’zona DNS.

Le prossime funzionalità: Strumento di gestione dei domini acquistati
A partire già dalla prossima settimana saremo in grado di presentare la prossima, pratica funzionalità di gestione del dominio, all’interno del Pannello di Controllo di Hostpoint: Stiamo attualmente mettendo a punto il nostro nuovo strumento di gestione, che consentirà agli utenti di amministrare in tutta comodità i domini acquistati da noi. Con questo strumento sarà possibile effettuare le modifiche al server dei nomi e alle altre impostazioni dei domini acquistati.

Insieme al nuovo editor DNS Beta, Hostpoint offre gli strumenti più efficaci per la gestione del dominio!

Gestire i propri domini con il nuovo editor DNS Beta

Elias Wittwer

Elias Wittwer egli è responsabile dello sviluppo ed è il primo interlocutore quando si tratta di nuove feature per il control panel. Lui si definisce un "digital native": è cresciuto con i computer e oggi non potrebbe quasi più fare a meno delle possibilità offerte dalla comunicazione mobile. Sul suo primissimo calcolatore, un Wang Writer era tuttavia unicamente possibile l'elaborazione di testi o l’esecuzione di tabelle di calcolo. Quando mosse i suoi primi passi nel mondo dello sviluppo di software, programmò semplici giochi in BASIC.

1